DEFRAMMENTARE DISCO RIGIDO

Per prevenire errori improvvisi o perdite di dati, dobbiamo fare della manutenzione sul nostro PC, infatti mantenere il computer pulito ci garantisce un funzionamento migliore ed una necessità di formattazione minore…un pò come per la nostra automobile.
Una delle tante tecniche da eseguire periodicamente (circa una volta al mese) è la deframmentazione ( per approfondimenti sul funzionamento della deframmentazione vi rimando al wiki ). Possiamo deframmentare il nostro computer tramite la funziona nativa di Windows (presente in ogni versione), oppure utilizzando software appositi:

DEFRAG DI WINDOWS:
 
Cliccare su Risorse del Computer (Windows XP) o su Computer (Windows Vista / 7 ), selezionare il disco rigido o la partizione sul quale è installato il sistema, di solito è disco locale c: cliccare con il tasto destro su di essa e poi su Proprietà:
 
 
Ora cliccate su Strumenti e quindi su Esegui Defrag:
 
 
Ora possiamo programmare la deframmentazione per farla eseguire in modo automatico quando vogliamo e con la frequenza che desideriamo, oppure possiamo effettuarla noi manualmente circa una volta al mese, togliamo quindi la spunta su Esegui in base a una pianificazione e clicchiamo su Esegui deframmentazione:
 
 
Possiamo ora scegliere su quale disco effettuarla, in genere sono selezionati tutti i dischi, se abbiamo tempo molto tempo clicchiamo su OK, e attendiamo il tempo richiesto varia da alcuni minuti ad alcune ore!!!!
 
 
DEFRAG TRAMITE SOFTWARE DI TERZE PARTI:
 
Seguiamo ora la procedura di deframmentazione con software di terze parti (sistema più rapido ed efficace), ad esempio possiamo scaricare IOBit Smart Defrag dalla sezione programmi download, e una volta installato lo esguiamo e ci troviamo questa schermata:
 
 
Clicchiamo su Analizza ed attendiamo la risposta del programma che ci dirà in che stato si trova il nostro Hard Disk e ci dirà se è il caso di deframmentare o meno:
 
 
Ora Chiudiamo questa schermata, possiamo controlla lo stato del nostro Hard Disk, nell’esempio non è mai stato deframmentato, quindi a seconda dello spazio occupato ci vorrà del tempo. Clicchiamo su Avvia:
 
 
Attendiamo il termine dell’operazione, che dura SEMPRE meno del defrag effettuato direttamente da Windows.